Università Cattolica: “Non c’è prova che l’aumento delle tasse sul gioco combatta la ludopatia”

2019-03-15T16:00:58+00:00 15 Marzo 2019|Tags: , , , , , , , |

Una ricerca dell’Osservatorio CPI dell’Università Cattolica ha concluso che non ci siano prove che aumentare la tassazione sul gioco serva a contrastare la ludopatia. Secondo il rapporto, gli aumenti della tassazione voluti dall’attuale governo, secondo cui avrebbero colpito principalmente le imprese del settore, andranno invece a gravare sui giocatori e sarebbero voluti principalmente per motivi di finanza pubblica, dato che porteranno fino a un miliardo di Euro in più all’anno nelle casse dello Stato.

Gli aumenti di tassazione degli anni passati peraltro hanno riguardato principalmente le AWP e le VLT, che costituiscono una parte importante ma non maggioritaria della raccolta del gioco in Italia, secondo i dati relativi al 2018.