Uif: “Nel primo semestre 2020 in calo le segnalazioni dai prestatori di servizi di gioco”

2020-10-02T09:07:22+00:00 2 Ottobre 2020|Tags: , , , , , , , , |

Uif, l’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia, nel primo semestre del 2020 ha ricevuto 53.027 segnalazioni di operazioni sospette, in aumento rispetto a quelle pervenute nel periodo corrispondente del precedente anno (+3,6%) nonostante il prolungato periodo di lockdown e la successiva fase di incertezza legata alla progressiva ripresa delle attività; solo a marzo e maggio si è riscontrata una flessione rispetto ai corrispondenti mesi del 2019.

In calo, invece, le segnalazioni inoltrate alla Uif dagli IMEL (da 4.800 del primo semestre del 2019 a 3.370), dai prestatori di servizi di gioco – 26,2% (da 3.100 a 2.287) e dai notai (da 2.340 a 1.569). In termini percentuali le segnalazioni inoltrate dai prestatori di servizi di gioco sono quindi scese dal 6,1% sul totale delle segnalazioni nel primo semestre 2019 (6,2% nel secondo semestre) al 4,3% sul totale nel primo semestre 2020.

Fonte: Jamma.tv