Fase 2: per le sale giochi riapertura non prima del 18 maggio

La Fase 2 dell’emergenza per il coronavirus vedrà gli apparecchi da gioco riaccendersi prima nelle tabaccherie, in cui altre forme di azzardo sono già di nuovo possibili: le Awp saranno di nuovo disponibili dall’11 maggio. Le sale giochi e le sale scommesse invece non riapriranno prima del 18 maggio, anche se appare possibile uno slittamento al 1 giugno insieme a bar e ristoranti.
Questa è la disposizione dell’ultimo Dpcm presentato dal governo Conte, che ha fornito le prime disposizioni per la ripresa delle attività nella Fase 2. Tra 25.000 e 30.000 apparecchi da gioco, installati nelle tabaccherie, torneranno dunque operativi in meno di due settimane. La chiusura di sale giochi, sale scommesse e bingo sarà invece prolungata almeno fino al 17 maggio, ma solo se i numeri dei contagi saranno sufficientemente in calo, altrimenti con tutta probabilità si passerà al primo giorno del mese successivo.
Intanto, il direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, ha dichiarato: “Noi abbiamo predisposto una road map di ripartenza già ben scandita e delineata. Penso che gli operatori del settore potranno porre in essere per tempo quelle misure necessarie ad una ripresa dei giochi in piena sicurezza. Da parte nostra noi siamo pronti e confido che a breve torneremo ad una piena regolarità anche in questo settore”.
Fonte: Agimeg.it(1) e (2)
2020-04-29T08:33:07+00:00 29 Aprile 2020|Tags: , , , , , , , , , , |