Università Cattolica: “Non c’è prova che l’aumento delle tasse sul gioco combatta la ludopatia”

Una ricerca dell’Osservatorio CPI dell’Università Cattolica ha concluso che non ci siano prove che aumentare la tassazione sul gioco serva a contrastare la ludopatia. Secondo il rapporto, gli aumenti della tassazione voluti dall’attuale governo, secondo cui avrebbero colpito principalmente le imprese del settore, andranno invece a gravare sui giocatori e sarebbero voluti principalmente per motivi di finanza pubblica, dato che porteranno fino a un miliardo di Euro in più all’anno nelle casse dello Stato.

Gli aumenti di tassazione degli anni passati peraltro hanno riguardato principalmente le AWP e le VLT, che costituiscono una parte importante ma non maggioritaria della raccolta del gioco in Italia, secondo i dati relativi al 2018.

2019-03-15T16:00:58+00:00 15 Marzo 2019|Tags: , , , , , , , |

Eurispes: “Il tema del gioco richiede un approccio integrato”

Eurispes ha recentemente riunito il Comitato scientifico del suo Osservatorio Giochi, legalità e patologie: ne è emersa una valutazione concorde sulle necessità di affrontare il tema del gioco con un approccio integrato che riesca a individuare soluzioni di equilibrio tra le diverse esigenze in campo.

Secondo l’istituto di ricerca “un intervento di riforma non può prescindere da un’analisi tecnica dei meccanismi che governano il settore e le dinamiche del mercato senza trascurare andamento e caratteristiche dei business illeciti. La sfida è la ricerca di un punto di equilibrio e di contemperamento degli interessi in campo che abbandoni ogni tentativo di analisi per compartimenti stagni e che presuppone un approccio non esclusivamente economicistico”.

2019-02-14T16:47:31+00:00 14 Febbraio 2019|Tags: , , , , , , , |