Casmef-Luiss: “In Piemonte con la legge regionale il gioco illegale sta sostituendo quello legale”

Per il Casmef, centro studi della Luiss, la legge regionale piemontese sul gioco che ha introdotto i distanziometri su tutto il territorio regionale ha portato un’impennata del gioco fuorilegge a discapito del settore legale.

Marco Spallone, Presidente Casmef, nel corso del suo intervento ha sottolineato come “[…] se guardiamo quello che è successo in Piemonte, la prima legislazione così restrittiva in questo settore, abbiamo visto quasi una sostituzione uno a uno dell’offerta di gioco illegale a quello legale, che è stato pressoché eliminato dal territorio. I sequestri di macchine illegali erano 51 nel 2016, sono stati 2.443 l’anno successivo e quest’anno abbiamo avuto già 251 sequestri in appena tre mesi”. Per Spallone “l’unico modo per sconfiggere il gioco illegale è quello di renderlo poco attrattivo. E per riuscirci è necessario fare una riforma organica dell’intero settore”

Critiche anche verso il divieto di pubblicità sul gioco d’azzardo di recente introduzione, mosse a seguito di uno studio comparativo con gli altri paesi europei: “abbiamo fatto un’analisi comparata tra le normative di alcuni Paesi in merito al divieto di pubblicità e abbiamo visto che non c’è una corrispondenza tra il rigore nel divieto e raccolta per l’erario”.

Fonte: Agimeg.it

2019-06-28T13:06:13+00:00 28 Giugno 2019|Tags: , , , , , , |