Giochi: nel primo semestre 2022 la spesa sfiora i 10 miliardi di euro

I giochi nel secondo trimestre del 2022 hanno registrato una spesa di 3.164 milioni di euro. La cifra è in aumento del 36,58% rispetto ai 2.317 milioni di euro del primo trimestre del 2022. È quanto emerge dal documento presentato dall’ADM durante la firma del Protocollo d’intesa con la Procura della Repubblica di Avellino.

Nel secondo trimestre 2022, i giochi che hanno contribuito maggiormente all’Erario sono stati gli apparecchi da intrattenimento. Hanno registrato 1.835 milioni di euro, pari 62,83% del totale. Seguono i giochi numerici e lotterie con 774,64 milioni di euro (26,51%). In seguito, le scommesse con 138,59 milioni (4,74%) e gli altri giochi con 172,95 milioni (5,92%).

Secondo le rilevazioni, infine, nel primo semestre del 2022 la spesa dei giocatori ammontava a 9,9 miliardi di euro. Nel secondo semestre, invece, si attesta per ora a 5.590 milioni di euro, ma è in crescita: si registra un +28,48% rispetto ai 4.351 milioni di euro del primo trimestre.

Fonte: Agimeg.it

2022-10-28T10:27:25+00:00 28 Ottobre 2022|Tags: , , , , , |

Prima indagine nazionale ISS sul gioco: sono 18 milioni gli italiani adulti che giocano

L’Istituto Superiore di Sanità ha realizzato,  nell’ambito dell’accordo scientifico con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, un’indagine nazionale sul gioco d’azzardo. Dall’indagine, realizzata con EXPLORA, è emerso che 18 milioni di italiani adulti (36,4% del totale) hanno giocato d’azzardo almeno una volta nell’ultimo anno, percentuale che sale al 43,7% degli uomini e scende al 29,8% tra le donne. L’età media dei giocatori si colloca tra i 40 e i 64 anni, mentre le aree a maggiore prevalenza sono il Centro (42,7%) e il Nord Ovest (39,3%). Le preferenze per tipologia di gioco vedono in testa le lotterie istantanee o in tempo reale (26,2%); a seguire: lotto o lotterie a esito differito (12,8%), giochi numerici a totalizzatore (10,9%), slot machine (7,4%), scommesse sportive e  altri giochi a base sportiva (4%) e VLT (2,6 %). Si gioca soprattutto dal tabaccaio (82,6%), al bar (61,8%) nelle ricevitorie (26,9%), nelle sale scommesse (12,5%) e nelle sale bingo (8,2%).

 

Gli estratti della ricerca e il comunicato stampa ISS sono disponibili qui: https://ufficiostampa.iss.it/?p=1335