Il Governo valuta proroga di un anno per le concessioni scommesse

Il Governo sta valutando di prorogare le concessioni per la raccolta di scommesse per un altro anno, fino al 2024, in attesa del decreto per il riordino del comparto giochi. La notizia arriva dopo la comunicazione da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sulla proroga delle concessioni degli apparecchi da gioco fino al 29 giugno 2023.

La proroga delle concessioni dovrebbe essere inclusa nel decreto “Semplificazioni fiscali”, atteso in Consiglio dei ministri entro la metà del mese di giugno. La richiesta della proroga viene giustificata a causa della difficile situazione economica dovuta alla pandemia, oltre che dell’impossibilità attuale di delineare un quadro economico adeguato ad identificare l’equilibrio finanziario delle concessioni da mettere a gara.

Il costo della proroga per ogni agenzia sarebbe pari a 7.500 euro e di 4.500 per i corner, con un incasso erariale stimato di circa 65 milioni di euro all’anno.

Nello stesso provvedimento troveranno spazio anche disposizioni in tema di lotteria degli scontrini. Si prevede infatti l’integrazione del codice lotteria con una o più carte di pagamento registrate all’interno dell’App IO e l’introduzione di una modalità di estrazione istantanea, tramite QR code.

Fonte: Agipronews.it, Jamma.tv, Agimeg.it