Guardia di Finanza: in Piemonte l’evasione legata al gioco è quintuplicata dopo la legge regionale

Il generale Giuseppe Grassi, comandante regionale della Guardia di Finanza, ha dichiarato che in Piemonte l’evasione legata al gioco d’azzardo è passata da 950.000 Euro nel 2017 a quasi quattro milioni e mezzo nel primo semestre dell’anno in corso, dopo l’entrata in vigore della legge regionale di contrasto alla ludopatia che ha imposto limiti molto più restrittivi alle attività di gioco legale.

“Abbiamo registrato un incremento di circa il 22% (del volume di gioco non registrato n.d.r.) per quanto riguarda il gioco online, mentre per quanto riguarda il Piemonte il fenomeno della criminalità organizzata che si infiltra nel gioco d’azzardo non ha ancora superato la soglia di criticità” ha poi spiegato Grassi.

Fonte: Jamma.tv

2018-10-31T11:25:27+00:00 31 Ottobre 2018|Tags: , , , , , |

DEF: il gioco legale un argine contro l’evasione fiscale

Il gioco legale, grazie alla raccolta dei dati tramite il Totalizzatore nazionale e alla Rete Telematica, costituisce un argine efficace all’evasione fiscale. Lo afferma la Relazione sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva che accompagna la Nota di Aggiornamento del DEF. Il gioco illegale invece continua a rappresentare un problema anche dal punto di vista fiscale.

https://www.agimeg.it/pp2/def-rete-legale-e-un-argine-efficace-allevasione-ma-il-rischio-arriva-da-totem-slot-manomesse-e-scommesse-illegali

2018-12-19T09:25:15+00:00 10 Ottobre 2018|Tags: , , , , , |