Ministero della Salute: “Non provata l’efficacia del distanziometro”

Il ministero della Salute ha risposto a una richiesta dell’associazione di categoria Sapar sull’esistenza di eventuali dati che comprovino effetti del distanziometro nella lotta al gioco d’azzardo patologico.

Attraverso il direttore generale della prevenzione sanitaria, Claudio D’Amario, il ministero  della Salute ha fatto sapere che “non è in possesso di dati e/o rapporti che certifichino i benefici che il distanziometro ha apportato da quando è stato introdotto nelle varie regioni”. Ha poi aggiunto di stare per “emanare il decreto di estensione del Sistema informativo nazionale dipendenze anche alla rilevazione del numero di utenti presi in carico dal Servizio sanitario nazionale per questa patologia”.

Fonte. GiocoNews.it