Gioco legale in Europa: nuove riforme in Belgio e in Spagna

Il mercato del gioco legale in Europa, secondo le stime, crescerà nei prossimi anni: sulla base dei recenti dati di mercato, il gioco d’azzardo online rappresenta ad oggi il 36% delle entrate, mentre le scommesse ne rappresentano il 45%. Complessivamente, nel Vecchio Continente si contano circa 29 milioni di giocatori, la maggior parte dei quali usufruisce dei servizi di gioco online.

Recentemente sono state introdotte delle nuove normative, che interessano il mercato del gioco europeo, in Belgio e in Spagna.

La nuova normativa sul gioco d’azzardo online in Belgio rischia di obbligare i giocatori a creare account separati, e quindi diversi conti gioco, ogni volta che decidono di giocare con lo stesso operatore ma a un diverso tipo di gioco. L’iniziativa è stata denunciata dagli operatori di gioco online autorizzati, in quanto si perderebbe traccia del comportamento di gioco degli utenti rendendo più difficile individuare i giocatori problematici. La disposizione impedisce anche la condivisione di dati consolidati sulla ludopatia in modo da essere analizzati dalle autorità statali. Di conseguenza, gli operatori prevedono che i giocatori si rivolgeranno ad operatori illegali.

In Spagna invece, la Comunità di Madrid ha approvato il regolamento per le attività di gioco a vincita per alcuni esercizi di gioco, tra cui sale giochi e sale scommesse. La normativa, oltre a regolamentare l’offerta del settore, mira a tutelare le persone più vulnerabili, in quanto vengono stabilite aree di tutela speciale nelle zone in cui sono presenti sale giochi o scommesse a meno di 100 metri da un centro educativo. Gli esercizi di giochi e scommesse saranno inoltre obbligati a rafforzare i controlli di ammissione. Infine, viene stabilito, all’interno di queste attività, il divieto di concedere crediti, prestiti, contanti o qualsiasi altra forma di assistenza finanziaria agli avventori.

Fonte: Jamma.tv, Jamma.tv