Consiglio di Stato: bocciata delibera Civitanova Marche sul distanziometro

2022-11-04T13:42:37+00:00 4 Novembre 2022|Tags: , , , , |

Il Consiglio di Stato ha bocciato i criteri di calcolo del distanziometro introdotti dal Comune di Civitanova Marche (MC) per le attività di gioco.

Si chiude così la lunga vicenda giudiziaria avviata nel 2021 da un operatore del settore. A questo la Questura aveva vietato l’apertura di una sala slot per il mancato rispetto del distanziometro di 500 metri da un luogo sensibile. Nel caso in questione, secondo la norma regionale il locale risultava a norma, mentre con l’interpretazione indicata dalla delibera comunale la distanza non era sufficiente.

Palazzo Spada ha richiamato in particolare una sentenza del 2019. In quell’occasione, una sala giochi, utilizzando il criterio di misurazione previsto dalla legge regionale, risultava ubicata a circa 480 metri da un luogo sensibile. Per questo motivo il Consiglio di Stato ha accolto il nuovo ricorso presentato dall’operatore.

Fonte: Agipronews.it